Io un comunista, lui un blairiano. L'assist di Matteo mi ha spiazzato

Tweet

Toscana Bella Ancora

Presentazioni libro “Viaggio in Toscana” di Enrico Rossi – mese di settembre #SalvaLaData

viaggio-in-toscana-x-web

Campi Bisenzio – Lunedì 1 settembre ore 18.00
Presentazione libro “Viaggio in Toscana” di Enrico Rossi
Intervistato da Tommaso Ciuffoletti
Nell’ambito delle iniziative per il 70° anniversario della liberazione di Campi Bisenzio (FI)
presso il foyer del Teatrodante Carlo Monni
Siena – Lunedì 1 settembre ore 21.15
Presentazione libro “Viaggio in Toscana” di Enrico Rossi
Intervistato da Stefano Bisi (Direttore Corriere di Siena)
Festa de l’Unità di Siena
presso Giardini La Lizza

Viaggio in Toscana

Enrico Rossi. Viaggio in Toscana. [Donzelli Editore]

Copertina-Libro

Machiavelli paragona la Fortuna a un fiume rovinoso, che quando s’adira allaga i piani, rovina gli alberi e gli edifici. Agli uomini, ai politici, «quando sono tempi quieti», non resta che costruire canali e alzare argini, tanto più in territori travolti dalla crisi globale e divenuti campagne «senza alcun riparo». Enrico Rossi, alla guida della […]

Fino in fondo

Piombino e Genova, due pesi diversi davanti al governo

concordia

Il Corriere Fiorentino del 27 giugno 2014. Di M.F. «Capiamo i drammi occupazionali che hanno anche a Genova, però…». Enrico Rossi ha fatto più volte intuire che nella scelta di portare la Costa Concordia a Genova, invece che a Piombino, lui ha avuto una impressione: nella decisione della Conferenza dei servizi guidata dal prefetto Gabrielli […]

Te lo consiglio
Le cose che mi piacciono…

#vorreiprendereiltreno
treno

Iacopo Melio è uno studente disabile di 24 anni di Lazzeretto, in provincia di Firenze. Ha lanciato su facebook una campagna contro le barriere architettoniche: #vorreiprendereiltreno. Questa è una battaglia di civiltà condotta in modo civile. Grazie Iacopo. Sono con te! #IoStoConIacopo   Dal blog di Iacopo (http://iacopomelio.altervista.org/) Sono single per forza, non piglio l’autobus!! […]

ilPettirosso, un blog per mettere le ali ad una nuova #PesteDemocratica
pettirosso

Oggi vi consiglio ilPettirosso. Una rivista telematica di idee nata in Toscana per impulso di un gruppo di ragazzi, un po’ per gioco e un pò sul serio. Si possono leggere analisi politiche, recensioni, ascoltare musica e tanto altro. Trovo ad esempio molto stimolante il reportage da Prato, così come la discussione sul peso della […]

Rearviewmirror. Pearl Jam
rearviewmirror

Ieri sera alla serata conclusiva della campagna elettorale in Piazza Signoria a Firenze anche molta bella musica. In particolare, mi è piaciuto riascoltare questo splendido pezzo dei Pearl Jam, il gruppo di Seattle tra i più interessanti del panorama musicale In questo brano un invito a guardare le cose da un’altra prospettiva, con più distacco, […]

Faceback

Simonetta Nardi
ieri finalmente mia madre è stata dimessa dall'ospedale di Cisanello. Lunedì Le ho inviato un messaggio facendole notare gli sprechi energetici che secondo me ci sono. Oggi Le voglio raccontare il calvario per poter avere un misero letto in ospedale. Siamo arrivati lunedì mattina intorno alle 6 al PS di Cisanello che già a quell'ora era strapieno. Mamma viene messa su una barella dove resta per le successive 33 ore: si, 33 ore prima di avere un letto, 33 ore dove una donna di 81anni cardiopatica, scompensata con un pacemaker e un defribillatore, diabetica, con un rischio di edema, è stata sdraiata. In queste 33 ore ha avuto tutta l'assistenza possibile perché il personale del PS è veramente straordinario: 12 codici rossi, Pegaso che andava e veniva, le ambulanze sul piazzale che non potevano scaricare i malari perché nell'interno non c'erano barelle, i volontari che aiutavano gli addetti: il caos più totale. E questo perché??? Perché gli ammalati non potevano essere dirottati nelle cliniche perché avete tagliato i posti letto. Lei, caro Presidente, dovrebbe andare al PS di Cisanello una mattina qualunque infrasettimanale, diciamo intorno alle 10, cercarsi un parcheggio, come facciamo tutti noi, inseguito dagli extracomunitari che chiedono qualcosa, recarsi all'accettazione del PS e farsi tutta la sua bella coda, ad aspettare ore ed ore che la chiamino come tutti i comuni mortali, senza far sapere chi è e che è andato lì per un'ispezione. Quando avrà superato una giornata come il Signor X, ci faccia sapere come è andata e si chieda come mai le cose non scorrono, come mai non ci sono barelle, pannoloni, lenzuoli e coperte per non parlare di medicinali ( che per inciso ci siamo dovuti portare da casa). Si taglia la sanità?? Bravi, ma poi non osate criticare chi si ammazza di lavoro con pochi mezzi.

Cara Simonetta, mi spiace sapere che ha avuto nuovamente bisogno di recarsi al Pronto Soccorso per motivi familiari e faccio a sua madre i miei migliori auguri di buona salute. Sulla situazione dei pronto soccorso degli ospedali toscani, una recente indagine del MES (Laboratorio Management e Sanità) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa sul gradimento […]

Infografica

piombino

In queste tabelle sono riassunti gli impegni finanziari di Regione e Governo per l’ammodernamento del Porto e la riconversione ecologica del polo siderurgico di Piombino.

Argomenti

aeroporto alluvione auto blu berlusconi carceri congresso costa concordia crescita crisi diritti economia elezioni europa ferrovie giovani giovanisi giustizia Grillo immigrazione industria infrastrutture investimenti lavoro maggio musicale Mario Monti matteo renzi partito democratico pd pendolari Pierluigi Bersani politica povertà prato primarie renzi salute sanità scuola sinistra spending review sviluppo tasse toscana Trasporto pubblico locale treni

Instagram